ADDIO JOE, AMICO CARO! (27 marzo 2007)
Rimarrai sempre nel nostro cuore...


5 dicembre 2001, Special Quest:

Joe Sentieri, al secolo Rino Luigi Sentieri, nato a Genova il 3 marzo 1925, prima di approdare al Festival di Sanremo, trascorse 10 anni all'Estero, nel nord America e Sud America, poi il rientro nel 1957 in Italia.

Joe Sentieri Joe Sentieri Nell'anno 1948, Joe faceva televisione, a New York. Quando arrivò nel 1960, al Festival di Sanremo, si classificò al terzo posto con la canzone "Quando vien la sera" e al quarto posto, con il brano "E' mezzanotte", fu un gran successo.

Joe Sentieri, prima di Sanremo, aveva vinto "Canzonissima" con la canzone "Piove", subito dopo nell'Arena di Verona, con la canzone "Milioni di scintille", tutti i presenti accesero gli accendini, fu memorabile. Ancora tanti buoni esiti, per Joe, anche a Pesaro, con un altro brano, "Ritroviamoci", diventò un altro grande successo.

Al Festival di Sanremo, Sentieri ci arrivò attraverso il suo Editore Discografico. Arrivato in Italia, dopo l'esperienza Americana, Joe aveva smesso di cantare, aprì un Albergo a Genova, in collina, quando lo cercarono, perché sapevano dei suoi successi in America, e tutto partì da quell'incontro.

Quell'anno al Festival -ricorda Joe Sentieri- dovevo cantare "Libero" insieme a Domenico Modugno, si rifiutò, disse; Sentieri non lo voglio, non fu carino con me, però quando aveva bisogno che qualcuno cantasse le sue canzoni, allora mi chiamava.

Joe Sentieri ha una lunga carriera di cantante, d'attore, e per 4 anni interpretò varie pubblicità per i "carosello", approdò anche al Cinema, fece un film con Ornella Muti, dal titolo:" La moglie più bella" un Film di Damiano Damiani, e poi per alcuni anni realizzò diversi Fotoromanzi.

Joe Sentieri, lo ricordano anche come il cantante del "salto", ecco come andò. Joe ci racconta: "Ero contento, quando cantavo, le canzoni però erano così banali. Ero tornato dall'America, dove cantavo un altro genere di canzoni, da Brel a Sinatra, e trovandomi ad interpretare delle canzoncine così, saltavo dalla gioia di aver finito, ed è rimasto impresso a tutti. E' una situazione a doppio taglio, perchè - dice Sentieri- la gente mi ricorda ancora adesso che sono passati 40 anni, "come quello del saltino" è un pò poco - aggiunge rammaricato - ritengo di essere un professionista, di un altro livello, non un atleta".

Quadro di Joe Sentieri Quadro di Joe Sentieri Joe Sentieri tornò sul palco del Festival per altre tre volte, non andò male, arrivò, in finale. Sentieri, è un artista, in tutti i sensi, da anni si dedica anche alla pittura, i fiori, i suoi preferiti, e le casette.

Sentieri vive a Sanremo da circa 12 anni, aveva la passione della pittura, fin da bambino, però ha avuto fortuna con la musica. Da circa 20 anni, non calca più le scene della musica, ed è tornato alla sua passione. Si ritiene, un artista ruspante privilegiato. Per il cantante dai cappelli rossi, contano le emozioni, come leggere una poesia, intenerirsi nel vedere un bel fiore, commuoversi nell'osservare un piccolo bambino, per strada che stà per cadere, ed aiutarlo a rialzarsi, per Joe queste sono emozioni.





E-mail: webmaster@sistel.it - HOMEPAGE