Festival di Sanremo 1997 BENVENUTI agli anni 90!
Gli anni novanta, lanciati verso il duemila, furono il decennio, dei molti cambiamenti per la manifestazione canora. Fu abolito il Play-back, e le Orchestre che accompagnarono i cantanti nell'esibizione tornarono di nuovo di moda. Rivennero sul palco anche i cantanti stranieri abbinati ai colleghi Italiani, i quali proponevano nella loro lingua i motivi in gara. Cambiarono anche le giurie non furono più quelle dei recenti anni abbinati agli scommettitori del Totip. Nel corso degli anni novanta cambiarono ancora una volta, le presenze straniere, che tornarono sul palco solo come ospiti stranieri, rimase l'Orchestra composta da 53 elementi unica forza del rinnovamento, che suonò da vivo.

Per il quarantennale del Festival, la manifestazione fu spostata nella mega struttura in Valle Armea, si trattò del (nuovo Mercato dei fiori in costruzione) denominata Palafiori. Fu considerata una "pazzia" del Patron Adriano Aragozzini, che riuscì a trasformare uno stanzone vuoto, in un Teatro pronto a raccogliere cinque mila persone. Il Patron ebbe tutti contro, affermarono che avrebbe fallito in quell'impresa che sembrava impossibile, invece, dovettero dargli ragione, infatti, invitò e portò, nella città dei fiori, e delle canzonette, grandi nomi della musica Internazionale, e la manifestazione riuscì perfettamente. La canzone Italiana in questi anni, percorse il mondo intero...

Gli anni 90 ... anno dopo anno ...


 



E-mail: festival@sistel.it