Gigliola Cinquetti e Patrizia Carli FESTIVAL DI SANREMO DEL 1964 Il festival di Sanremo del 1964 si svolse dal 30 gennaio al 1° febbraio. Le Vincitrici furono; Gigliola Cinquetti e Patrizia Carli.

Sede della manifestazione, il Salone delle Feste del Casinò. L'organizzazione ATA del Casinò di Sanremo. Patron Gianni Ravera.

Mike Bongiorno Le canzoni in gara 24, i cantanti 40. Presentò per la seconda volta consecutiva, Mike Bongiorno affiancato da Giuliana Lojodice.

La quattordicesima edizione del Festival, è ricca di novità. Fu abolita la graduatoria, niente più secondo e terzo posto. La commissione speciale e le sedi della giuria, furono tenute nascoste. La documentazione dei voti invece, fu depositata presso diversi studi notarili. Le Case Discografiche, per la 14a edizione del festival, proposero le canzoni, e dopo un'attenta selezione, della Commissione Speciale, scelsero le 24 canzoni che costituirono la gara.

TV negli 1964 Le canzoni, furono scelte nella stessa maniera delle passate edizioni, vale a dire, 12 brani per sera, ne furono scelti sei per ogni gruppo, le 12 rimaste gareggiarono per l'unico premio in palio. Sono 20, le giurie, sparse in altrettante città, ogni sede ha 15 elementi, di cui otto sono sotto i 25 anni. Un'altra novità fu, per le canzoni finaliste, sei per la prima serata, e sei brani per la seconda serata, ed il risultato dei voti non fu reso subito pubblico, ma all'apertura della serata successiva.

La Radio sul Secondo programma, e la televisione sul Secondo Canale, mandarono in onda la registrazione alle 22.30, solo di una parte della gara canora, per la seconda serata ci fu la diretta, anche per la serata finale, infatti, si collegarono in diretta ed in Eurovisione.

La lista dei cantanti in gara:
  • Paul Anka, April Stevens & Nino Tempo, Nicola Arigliano, Frankie Avalon, -debuttanti -
  • Frida Boccara, Lilly Bonato, Patricia Carli, Gigliola Cinquetti, Roby Ferrante - debuttanti-
  • Fabrizio Ferreti, Bruno Filippini, Piero Focaccia, The Fraternity Brother, -debuttanti-
  • Remo Germani, Los Hermanos Rigual, Ben E. King, Peter Kraus, Frankie Laine -debuttanti-
  • Little Peggy March, Marina Moran, Richard Moser jr, Gene Pitney, Antonio Prieto, -debuttanti-
  • Robertino, Bobby Rydell, Laura Villa - debuttanti-
  • I veterani: Fausto Cigliano, Tony Dallara, Pino Donaggio, Aurelio Fierro, Giorgio Gaber, Little Tony, Cocki Mazzeti, Milva, Domenico Modugno, Gino Paoli, Emilio Pericoli, Tony Renis, Caludio Villa.
  • Canzoni finaliste:

  • Che me ne importa a me
  • Come potrei dimenticarti
  • Ieri ho incontrato mia madre
  • La prima che incontro
  • Motivo d'amore
  • Non ho l'età
  • Ogni volta
  • Quando vedrai la mia ragazza
  • Sabato sera
  • Stasera no no no
  • Una lacrima sul viso
  • Un bacio piccolissimo

  • FESTIVAL 1964; Tutte le canzoni in gara, interpreti & Autori:
  • "Che me ne importa a me" cantata da: Domenico Modugno & Frankie Laine - Autore; Modugno
  • "Come potrei dimenticarti" interpreti: Tony Dallara & Ben E. King - Autori; Pallavicini - Leone
  • "Così felice" cantata da: Giorgio Gaber & Patricia Carli - Autore; Gaber
  • "E se domani" interpreti: Fausto Cigliano & Gene Pitney - Autori; Calabrese - Rossi
  • "Ieri ho incontrato mia madre" cantata da: Gino Paoli Antonio Prieto - Autore; Gino Paoli
  • "I sorrisi di sera" interpreti: Tony Renis & Frankie Avalon - autori; Testa-Mogolo-Renis
  • "La prima che incontro" cantata da: Fabrizio Ferretti & The Fraternity -Autori; Pallavicini-Kramer
  • "L’inverno cosa fai?" interpreti: Piero Focaccia & Bobby Rydell - Autori; Nisa - Colonnello
  • "L’ultimo tram" cantata da: Milva & Frida Boccata - Autori; Calabrese - Sciorilli
  • "Mezzanotte" interpreti: Cocki Mazzetti & Los Hermanos Rigual - Autori; Rossi - Rotunno
  • "Motivo d’amore" cantata da: Pino Donaggio & Frankie Laine - Autore: Donaggio
  • "Non ho l’età" interpreti: Gigliola Cinquetti & Patricia Carli - Autori; Panzeri - Nisa
  • "Ogni volta" cantata da: Roby Ferrante & Paul Anka - Autori; Rossi - Robifer
  • "Passo su passo" interpreti: Claudio Villa & Little Peggy March - Autori; Bindi-Migliacci
  • "Piccolo piccolo" cantata da: Emilio Pericoli & Peter Kraus - Autori; Amurri - Luttazzi
  • "Quando vedrai la mia ragazza" interpreti:Little Tony&Gene Pitney - Autori; Ciacci - Giangrano
  • "Sabato sera" cantata da: Bruno Filippini & The Fraternity Brothers - Autori; Pallesi - Magoni
  • "Sole, pizza amore" interpreti: Aurelio Fierro & Marina Moran - Autori; Giacobetti - Savona
  • "Sole sole" cantata da: Laura Villa & Los Hermanos Rigual - Autori; Casadei - Zanin
  • "Stasera no no no" interpreti: Remo Germani & April Stevens e Nino Tempo -Autori; Pallavicini -Roncarati
  • "Tu piangi per niente" cantata da: Lilly Bonato & Richard Moser jr - Autori; Pallavicini - Soffici
  • "Una lacrima sul viso" interpreti: Bobby Solo & Frankie Laine - Autori: Mogol - Lunero
  • "Un bacio piccolissimo" cantata da: Robertino & Bobby Ridel - Autori; Ornati - Mescoli
  • "Venti chilometri al giorno" interpreti: Nicola Arigliano & Peter Kraus - Autori; Mogol -Massara
  • La classifica finale:

  • Al primo posto, Gigliola Cinquetti e Patricia Carli, con "Non ho l'età"

    CURIOSITA':

    Gigliola Cinquetti La vincitrice Gigliola Cinquetti, di soli 16 anni, reduce della vittoria, del concorso "Voci Nuove" di Castrocaro, partecipò al festival di diritto, subito dopo seguendo le orme della vittoria del festival, vinse anche L'Eurofestival, stabilì in quell'anno un record assoluto. Il premio consistette in piatti e vasi artistici di terracotta, palme e medaglie d'oro. Il Palcoscenico del Festival del 1964, fu decorato per la 14a volta dallo scenografo, Lorenzo Musso.

    Il presentatore Mike Bongiorno, presentò le canzoni, e Giuliana Lojodice, commentò il contenuto. La canzone di Bobby Solo, "Una lacrima sul viso" fu ammessa per la terza serata, ma fu esclusa, dal voto finale, perché il cantante si esibì in play back, a causa di un mal di gola. Bobby Solo, il cui vero nome è Roberto Satti, affermarono che era la clonazione di Elvis Preley, lo imitava nelle movenze e col ciuffo in testa, sul palco del Casinò si presentò truccato, aveva il rimmel agli occhi. Malgrado che fosse arrivato all'11° posto in classifica, la canzone spopolò e vendette oltre un milione di dischi, fu la canzone dell'anno. I discografici furono impreparati, non avevano per niente immaginato la situazione venutasi a creare, in altre parole fuori dei negozi c'erano centinaia di persone in coda, e i dischi mancavano.

    Paul AnkaLP Beatles for Sale in 1964 Nel 1964 arrivarono gli ospiti stranieri come Paul Anka, erano gli anni d'oro del festival, dei fiori, della musica, e della televisione.

    Arrivarono anche i Beatles, ospiti però di una trasmissione radiofonica, i loro dischi erano introvabili, (malgrado fossero un fenomeno) non si trovavano nei negozi, bisognava andare in Inghilterra per averli.

  • Ritorna agli Anni 1960 o vai avanti all'Anno 1965



    E-mail: festival@sistel.it